Dal Corso Laura

Mi chiamo Laura Dal Corso, vivo in provincia di Padova, sono sposata e ho una figlia grande.

Sono psicologa psicoterapeuta e professoressa associata dell’Università di Padova, dove insegno con passione diverse materie nell’ambito del benessere organizzativo e individuale e dell’etica e deontologia professionale. Nell’insegnamento e nella supervisione delle attività di tirocinio mi sono sempre proposta di promuovere l’apprendimento non soltanto di solide conoscenze teoriche, ma anche di abilità e competenze pratiche, spendibili nel mondo professionale per i futuri psicologi. Sono Presidente del Corso di Studio in Scienze Psicologiche, Sociali e del Lavoro e dal 2007 dirigo un Master di secondo livello.

I miei principali ambiti di ricerca sono la prevenzione del disagio individuale e collettivo, lo star bene al lavoro, l’umanizzazione dell’assistenza e della cura nei servizi sanitari, la conciliazione famiglia-lavoro e lo sviluppo sostenibile. Tali studi, oltre a numerose pubblicazioni scientifiche, hanno dato vita ad attività di ricerca-azione, formazione e consulenza per singoli e organizzazioni nell’ambito di vari contesti pubblici e privati, in particolare nel settore sanitario, nel quale svolgo il ruolo di Consigliere di fiducia presso l’Azienda Ulss 6 Euganea.

Nell’attuale consiliatura dell’Ordine degli Psicologi del Veneto ho avuto l’onore di essere la Consigliera Segretaria: mi sono impegnata nella gestione delle attività amministrative per il buon funzionamento dell’Ente, aggiornando regolamenti e procedure e promuovendone la trasparenza, in applicazione delle nuove normative sull’anticorruzione. Ho promosso e organizzato, assumendone la direzione scientifica, numerosi convegni sui temi dell’umanizzazione delle cure, del ruolo dello psicologo nel fine vita e nelle cure palliative e della psicopatologia femminile. Ho collaborato all’istituzione del Comitato Pari Opportunità del CNOP e all’avvio di una specifica Commissione a livello locale, per la prima volta nella nostra Regione. Ritengo che questi anni mi abbiano arricchito dal punto di vista umano e professionale e che gli obiettivi prefissati siano stati raggiunti grazie alla collaborazione di tutto il Consiglio e del personale dell’Ordine, a cui esprimo la mia stima e gratitudine.

Su queste basi ho deciso di candidarmi per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Psicologi del Veneto, poiché desidero continuare a impegnarmi per avvicinare il mondo della professione e del lavoro a quello dell’università e della formazione. L’Ordine deve essere la casa di tutti gli iscritti e un punto di riferimento per la popolazione e le istituzioni, radicandosi sul territorio e dialogando anche con le altre professioni. Credo fermamente che lo psicologo debba essere protagonista del cambiamento, in grado di migliorare concretamente la vita delle persone, spesso esposte a vicende personali, familiari e sociali di grande intensità e rischio, cui la nostra professione può dare risposte puntuali e determinanti. Le sfide del nostro tempo, dall’avvento delle nuove tecnologie alla promozione di stili di vita sostenibili, dalle pari opportunità alla creazione di servizi pubblici utili al benessere di ciascuno, hanno bisogno delle competenze e della visione di noi psicologi. Credo che l’Ordine abbia soprattutto lo scopo di rafforzare una comunità professionale che si interroghi, si confronti e, nel farlo, sappia poi rappresentarsi per produrre tali cambiamenti.